Risultati

Il partenariato di Food Crossing District si impegna a realizzare:

A. Una valutazione preliminare delle condizioni di sostenibilità economica delle due tecnologie per l'ottenimento dei nuovi prodotti (dimensionamento degli impianti, valutazione del mercato e misure di sostegno di marketing ai prodotti).

B. La realizzazione di un prodotto "condimento a base di olio di oliva e pomodoro" su scala semi-industriale (in frantoio privato o cooperativo realmente operante in Regione).

C. La realizzazione, su scala di laboratorio e poi semi-industriale, di una crusca disoleata (prototipo crusca) ed eventualmente torrefatta ed un olio di germe di grano (prototipo olio germe) sui quali progettare, con la consulenza di aziende del settore tecnologico specifico, uno schema di impianto industriale per l’estrazione di crusca e cruschello.

D. Lo studio di LCA come screening dei due scenari tecnologici in un’ottica di eco-progettazione di processo e studi di LCA per valutare la sostenibilità ambientale della valorizzazione degli scarti di lavorazione del frumento e del pomodoro.

E. La formulazione di piani di marketing e la definizione di strumenti operativi per la commercializzazione dei prodotti sul mercato.

F. L'implementazione di approcci di simbiosi industriale tra i partner attraverso la realizzazione di manuali operativi sulle soluzioni tecnologiche sviluppate nel progetto e di una banca dati delle aziende coinvolte. Verrà inoltre realizzato un software georeferenziato e user-friendly, per l'acquisizione delle informazioni input-output dalle aziende, a vantaggio di possibili sinergie del sistema agro-alimentare in Emilia-Romagna.

Area Riservata